L’intelligence nazionale ha oggi un impegnativo compito previsionale in due aree fondamentali: il prevedibile disagio sociale e le ulteriori infiltrazioni criminali. Due elementi che possono minare alla base la democrazia nel nostro Paese. L'analisi di Mario Caligiuri, presidente della Socint e direttore del Laboratorio sull’Intelligence dell’Università della Calabria, che avverte: c'è il rischio che " i decisori pubblici affrontino le crisi come opportunità per sé stessi, non come problema della collettività”

Disagio sociale e mafie, o si cambia o si affonda. L’analisi di Caligiuri

Mario Caligiuri
2020

Abstract

L’intelligence nazionale ha oggi un impegnativo compito previsionale in due aree fondamentali: il prevedibile disagio sociale e le ulteriori infiltrazioni criminali. Due elementi che possono minare alla base la democrazia nel nostro Paese. L'analisi di Mario Caligiuri, presidente della Socint e direttore del Laboratorio sull’Intelligence dell’Università della Calabria, che avverte: c'è il rischio che " i decisori pubblici affrontino le crisi come opportunità per sé stessi, non come problema della collettività”
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11770/303861
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact