Il presente articolo intende approfondire la comprensione del rapporto che si sta configurando fra rifugiati e sviluppo locale esaminando i cambiamenti introdotti dall’attuale governance internazionale delle migrazioni forzate, ed evidenziando gli effetti reali che essa produce sulle traiettorie dei flussi e sulle dinamiche di sviluppo dei territori interessati da queste nuove presenze. In particolare, attraverso l’indagine empirica di alcune esperienze di accoglienza e inserimento lavorativo dei rifugiati in Calabria, si mette in discussione la teoria che rappresenta i rifugiati come popolazione in esubero rispetto ai processi contemporanei della valorizzazione capitalistica, per dimostrare al contrario come essi contribuiscono in maniera determinante alla crescita economica dei territori interessati dalla loro presenza in quanto manodopera esposta a condizioni di iper-sfruttamento finanche più gravose rispetto a quelle riscontrabili presso altre categorie di migranti, o, in alternativa, trasformandosi in “questione sociale” di vitale importanza per l’attuazione di nuove e più avanzate strategie di sviluppo locale.

“Governance dei rifugiati e sviluppo locale in Calabria”

D'AGOSTINO, Mariafrancesca
2013

Abstract

Il presente articolo intende approfondire la comprensione del rapporto che si sta configurando fra rifugiati e sviluppo locale esaminando i cambiamenti introdotti dall’attuale governance internazionale delle migrazioni forzate, ed evidenziando gli effetti reali che essa produce sulle traiettorie dei flussi e sulle dinamiche di sviluppo dei territori interessati da queste nuove presenze. In particolare, attraverso l’indagine empirica di alcune esperienze di accoglienza e inserimento lavorativo dei rifugiati in Calabria, si mette in discussione la teoria che rappresenta i rifugiati come popolazione in esubero rispetto ai processi contemporanei della valorizzazione capitalistica, per dimostrare al contrario come essi contribuiscono in maniera determinante alla crescita economica dei territori interessati dalla loro presenza in quanto manodopera esposta a condizioni di iper-sfruttamento finanche più gravose rispetto a quelle riscontrabili presso altre categorie di migranti, o, in alternativa, trasformandosi in “questione sociale” di vitale importanza per l’attuazione di nuove e più avanzate strategie di sviluppo locale.
Rifugiati; Sviluppo; Aree interne
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/161768
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact