L’obiettivo prioritario stabilito dalla Commissione Europea per tutti i cittadini dell’Europa multiculturale e multilingue è quello del raggiungimento di competenze linguistiche adeguate in almeno due lingue straniere oltre alla lingua madre [ML+2(FL)] (Marsh, 2002). In particolar modo, l’incremento della mobilità studentesca, in contesti accademici internazionali, evidenzia il ruolo principale che la competenza linguistica ha, al giorno d’oggi, nell’accesso all’istruzione superiore. In tale scenario, i programmi di scambio dell’Unione Europea (Lifelong Learning Programme e Erasmus Mundi) mirano a promuovere la comunicazione interculturale ed il plurilinguismo. È richiesto, di conseguenza, che gli studenti debbano attivamente partecipare in contesti accademici trans-nazionali al fine di trarre benefici da esperienze culturali e accademiche. Incoraggiare l’adozione di nuovi materiali linguistici e l’implementazione di un diverso approccio alla didattica diventa dunque fondamentale al fine di soddisfare i bisogni linguistici della cosiddetta generazione Socrates. A tal proposito, i Centri Linguistici europei mirano a sviluppare strumenti e materiali di insegnamento delle lingue che diano agli studenti la possibilità di acquisire competenze specifiche basate su abilità accademiche, oltre a permettere loro di stabilire contatti con studenti di altre nazionalità, e quindi sviluppare una consapevolezza multilingue. In particolare, in questo contesto di ‘internazionalizzazione’ si avverte sempre più frequentemente la necessità di agevolare la diffusione di lingue meno insegnate e, nello specifico, cresce con ritmo elevato l’interesse per la diffusione della cultura e della lingua italiana. In tale ottica si inserisce il progetto Europeo “CMC - Communicating in Multilingual Contexts” (www.cmcproject.it) al quale hanno partecipato Centri Linguistici di sei università europee . Il progetto CMC, come vedremo, intende fornire un supporto linguistico appropriato alle esigenze degli studenti in mobilità, rivolgendo particolare attenzione allo sviluppo di abilità linguistiche di carattere accademico.

CMC- linguaggi accademici e cultura italiana. Spazi, sfide ed opportunità online

ARGONDIZZO, Carmen;DE BARTOLO, Anna Maria;JIMENEZ, Jean Marguerite
2010

Abstract

L’obiettivo prioritario stabilito dalla Commissione Europea per tutti i cittadini dell’Europa multiculturale e multilingue è quello del raggiungimento di competenze linguistiche adeguate in almeno due lingue straniere oltre alla lingua madre [ML+2(FL)] (Marsh, 2002). In particolar modo, l’incremento della mobilità studentesca, in contesti accademici internazionali, evidenzia il ruolo principale che la competenza linguistica ha, al giorno d’oggi, nell’accesso all’istruzione superiore. In tale scenario, i programmi di scambio dell’Unione Europea (Lifelong Learning Programme e Erasmus Mundi) mirano a promuovere la comunicazione interculturale ed il plurilinguismo. È richiesto, di conseguenza, che gli studenti debbano attivamente partecipare in contesti accademici trans-nazionali al fine di trarre benefici da esperienze culturali e accademiche. Incoraggiare l’adozione di nuovi materiali linguistici e l’implementazione di un diverso approccio alla didattica diventa dunque fondamentale al fine di soddisfare i bisogni linguistici della cosiddetta generazione Socrates. A tal proposito, i Centri Linguistici europei mirano a sviluppare strumenti e materiali di insegnamento delle lingue che diano agli studenti la possibilità di acquisire competenze specifiche basate su abilità accademiche, oltre a permettere loro di stabilire contatti con studenti di altre nazionalità, e quindi sviluppare una consapevolezza multilingue. In particolare, in questo contesto di ‘internazionalizzazione’ si avverte sempre più frequentemente la necessità di agevolare la diffusione di lingue meno insegnate e, nello specifico, cresce con ritmo elevato l’interesse per la diffusione della cultura e della lingua italiana. In tale ottica si inserisce il progetto Europeo “CMC - Communicating in Multilingual Contexts” (www.cmcproject.it) al quale hanno partecipato Centri Linguistici di sei università europee . Il progetto CMC, come vedremo, intende fornire un supporto linguistico appropriato alle esigenze degli studenti in mobilità, rivolgendo particolare attenzione allo sviluppo di abilità linguistiche di carattere accademico.
978-88-7115-663-7
Linguaggi accademici; Multilinguismo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/162728
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact