Secondo Max Weber ogni ordinamento delle relazioni sociali deve essere esaminato e valutato in riferimento al “tipo umano” a cui offre le migliori possibilità di diventare predominante. Questo volume assume e applica l’indicazione del sociologo tedesco e si interroga su quali siano i caratteri del proto-tipo e del contro-tipo dell’umano nell’Italia basso-liberale. Si narrano quattro episodi di questa dialettica fra tipi prevalenti e umanità minori, fra tipo e anti-tipo. Si seguono le incarnazioni dell’umano e del disumano nella gloria parallelepipeda catodica e digitale, nella palestra del fitness manageriale, nell’immensa latrina di un manicomio criminale e nello spettacolo delle esposizioni coloniali. Tra figure della fama e dell’infamia, emerge il quadro di una democrazia ereditaria in cui torna egemone l’individuo proprietario.

La Bella e la Bestia. Il tipo umano nell'antropologia liberale

TARANTINO, Ciro;Straniero A. M.
2014

Abstract

Secondo Max Weber ogni ordinamento delle relazioni sociali deve essere esaminato e valutato in riferimento al “tipo umano” a cui offre le migliori possibilità di diventare predominante. Questo volume assume e applica l’indicazione del sociologo tedesco e si interroga su quali siano i caratteri del proto-tipo e del contro-tipo dell’umano nell’Italia basso-liberale. Si narrano quattro episodi di questa dialettica fra tipi prevalenti e umanità minori, fra tipo e anti-tipo. Si seguono le incarnazioni dell’umano e del disumano nella gloria parallelepipeda catodica e digitale, nella palestra del fitness manageriale, nell’immensa latrina di un manicomio criminale e nello spettacolo delle esposizioni coloniali. Tra figure della fama e dell’infamia, emerge il quadro di una democrazia ereditaria in cui torna egemone l’individuo proprietario.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11770/179704
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact