Nell’attuale ambiente economico la ricchezza che un’azienda è in grado di generare è sempre più condizionata dalla sua capacità di apprendere, innovare, capitalizzare conoscenze e sviluppare relazioni. Tali elementi, identificati nella letteratura con il termine di capitale intellettuale, rappresentano per le aziende una risorsa chiave capace di generare vantaggi competitivi sulla concorrenza. Diventa pertanto essenziale comunicare e adeguatamente rappresentare tale risorsa. I documenti in cui è possibile trovare informazioni sul capitale intellettuale sono sia quelli di rendicontazione volontaria sia obbligatoria.Obiettivo del volume è di analizzare l’importanza del capitale intellettuale all’interno delle imprese, le modalità di comunicazione all’esterno (disclosure) dello stesso e la qualità delle informazioni fornite. A tal fine, dopo aver ripercorso la principale letteratura esistente in tema di disclosure e capitale intellettuale, il volume presenta un’analisi empirica. La ricerca è condotta con riferimento alle FTSE MIB presso la Borsa Valori di Milano per il biennio 2009-2010 prendendo in esame sia documenti di reporting volontari sia obbligatori. L’indagine è stata condotta con una metodologia quantitativa attraverso l’utilizzo della content analysis e d’indicatori volti misurare la qualità delle informazioni.

La disclosure del capitale intellettuale. Un’analisi empirica delle società quotate italiane

BRONZETTI, Giovanni;MAZZOTTA, Romilda
2012

Abstract

Nell’attuale ambiente economico la ricchezza che un’azienda è in grado di generare è sempre più condizionata dalla sua capacità di apprendere, innovare, capitalizzare conoscenze e sviluppare relazioni. Tali elementi, identificati nella letteratura con il termine di capitale intellettuale, rappresentano per le aziende una risorsa chiave capace di generare vantaggi competitivi sulla concorrenza. Diventa pertanto essenziale comunicare e adeguatamente rappresentare tale risorsa. I documenti in cui è possibile trovare informazioni sul capitale intellettuale sono sia quelli di rendicontazione volontaria sia obbligatoria.Obiettivo del volume è di analizzare l’importanza del capitale intellettuale all’interno delle imprese, le modalità di comunicazione all’esterno (disclosure) dello stesso e la qualità delle informazioni fornite. A tal fine, dopo aver ripercorso la principale letteratura esistente in tema di disclosure e capitale intellettuale, il volume presenta un’analisi empirica. La ricerca è condotta con riferimento alle FTSE MIB presso la Borsa Valori di Milano per il biennio 2009-2010 prendendo in esame sia documenti di reporting volontari sia obbligatori. L’indagine è stata condotta con una metodologia quantitativa attraverso l’utilizzo della content analysis e d’indicatori volti misurare la qualità delle informazioni.
9788856847635
Intellectual capital; Disclosure; società quotate
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11770/180489
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact