L’articolo prende le mosse dalla Nota maussiana dedicata all’elemosina – un tema difficile da affrontare nel contesto del Saggio sul dono di Marcel Mauss, ma impossibile da evitare – per indagare un modello diverso dalla reciprocità del dare, ricevere e ricambiare, modello che costituisce l’asse portante della teoria maussiana. Secondo Mauss, la teoria dell’elemosina è “frutto di una nozione morale del dono”, nozione che ha origine nella “storia delle idee morali dei Semiti”. Esistono tuttavia situazioni di particolare vulnerabilità (povertà, malattia, vecchiaia), in cui non può esserci reciprocità tra donatore e donatario, almeno non una reciprocità di tipo materiale. Esistono tradizioni che hanno messo in campo, accanto a modelli di dono di tipo reciproco, anche modelli di dono di tipo unilaterale. Così il modello maussiano trova nella zedaqah ebraica, nella caritas cristiana e nella sadaqa islamica una sorta di emendamento. L’articolo si concentra poi sulla sadaqa, una forma di dono ampiamente diffusa nelle società islamiche e sul waqf (fondazione pia), una istituzione che ha creato e finanziato per secoli il sistema di assistenza e di servizio sociale nell’Islam.

"Verteile und schenke und suche nicht, die Gabe zu verrechnen": Grosszuegig handeln im Islam

D. Falcioni
2016

Abstract

L’articolo prende le mosse dalla Nota maussiana dedicata all’elemosina – un tema difficile da affrontare nel contesto del Saggio sul dono di Marcel Mauss, ma impossibile da evitare – per indagare un modello diverso dalla reciprocità del dare, ricevere e ricambiare, modello che costituisce l’asse portante della teoria maussiana. Secondo Mauss, la teoria dell’elemosina è “frutto di una nozione morale del dono”, nozione che ha origine nella “storia delle idee morali dei Semiti”. Esistono tuttavia situazioni di particolare vulnerabilità (povertà, malattia, vecchiaia), in cui non può esserci reciprocità tra donatore e donatario, almeno non una reciprocità di tipo materiale. Esistono tradizioni che hanno messo in campo, accanto a modelli di dono di tipo reciproco, anche modelli di dono di tipo unilaterale. Così il modello maussiano trova nella zedaqah ebraica, nella caritas cristiana e nella sadaqa islamica una sorta di emendamento. L’articolo si concentra poi sulla sadaqa, una forma di dono ampiamente diffusa nelle società islamiche e sul waqf (fondazione pia), una istituzione che ha creato e finanziato per secoli il sistema di assistenza e di servizio sociale nell’Islam.
978-3-495-48769-3
dono - modelli - Islam
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/287444
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact