Berlusconi, tra Sorrentino e Moretti