Digitale, im-materiale, mobile, ubiquo: ri-situare la realtà della vita quotidiana