Il volume è una raccolta di scritti di estetica, per la prima volta tradotti in italiano, di Samuel Alexander (1859-1938), filosofo naturalista di origini australiane vissuto in Inghilterra a cavallo tra '800 e '900. Che cosa è l'arte? quel è il significato di bellezza? Perché la poesia è arte?Che rapporto si crea tra l'artista e la sua opera? A queste domande Alexander dà delle risposte originali e ancora attuali nel dibattito critico sull'estetica. Le sue riflessioni sulla "emozionalità dell'arte" e sul binomio "arte-azione" anticipano anche la tesi di un grande filosofo dell'arte del '900, John Dewey.

Samuel Alexander, "Arte e bellezza. Scritti di estetica", presentazione, traduzione e note a cura di Spartaco Pupo

Spartaco Pupo
2005

Abstract

Il volume è una raccolta di scritti di estetica, per la prima volta tradotti in italiano, di Samuel Alexander (1859-1938), filosofo naturalista di origini australiane vissuto in Inghilterra a cavallo tra '800 e '900. Che cosa è l'arte? quel è il significato di bellezza? Perché la poesia è arte?Che rapporto si crea tra l'artista e la sua opera? A queste domande Alexander dà delle risposte originali e ancora attuali nel dibattito critico sull'estetica. Le sue riflessioni sulla "emozionalità dell'arte" e sul binomio "arte-azione" anticipano anche la tesi di un grande filosofo dell'arte del '900, John Dewey.
8888223258
Samuel Alexander estetica arte democrazia bellezza
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11770/297760
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact