The article try to take Hilarion’s Sicily back into the hagiographic and literary path traced by Jerome. It’s aim is to enhancing the thickness of an idea of history that goes beyond the recording of data and which is instead functional to the inversion of a certain idea of monastic holiness. Sicily, the populous island, in the middle of the Mediterranean sea, crossroads of all routes, is chosen not despite, but as the center of a movement of goods, ships, men and ideas, whose role is essential both in Hilarion’s path of holiness and in the construction storytelling. Thanks to it, the entire Mediterranean world enters into a relationship with the Saint and his fame.

L’articolo riconduce la Sicilia di Ilarione all’interno del percorso agiografico e letterario tracciato da Gerolamo, con l’obiettivo di valorizzare lo spessore di una storicità che vada oltre la registrazione dei dati e che sia invece funzionale all’inveramento di una certa idea della santità monastica. La popolosa isola, al centro del Mediterraneo, crocevia di tutte le rotte, è scelta non malgrado, ma in quanto centro di un movimento di merci, navi, uomini e idee il cui ruolo è essenziale sia nel cammino di santità di Ilarione sia nella costruzione narrativa. Grazie ad essa l’intero Mediterraneo entra in relazione col santo e con la sua fama.

LA SICILIA DI ILARIONE. UNO SPAZIO DI SANTITÀ FRA ORIENTE E OCCIDENTE

b. clausi
2020

Abstract

L’articolo riconduce la Sicilia di Ilarione all’interno del percorso agiografico e letterario tracciato da Gerolamo, con l’obiettivo di valorizzare lo spessore di una storicità che vada oltre la registrazione dei dati e che sia invece funzionale all’inveramento di una certa idea della santità monastica. La popolosa isola, al centro del Mediterraneo, crocevia di tutte le rotte, è scelta non malgrado, ma in quanto centro di un movimento di merci, navi, uomini e idee il cui ruolo è essenziale sia nel cammino di santità di Ilarione sia nella costruzione narrativa. Grazie ad essa l’intero Mediterraneo entra in relazione col santo e con la sua fama.
978-88-7228-935-8
The article try to take Hilarion’s Sicily back into the hagiographic and literary path traced by Jerome. It’s aim is to enhancing the thickness of an idea of history that goes beyond the recording of data and which is instead functional to the inversion of a certain idea of monastic holiness. Sicily, the populous island, in the middle of the Mediterranean sea, crossroads of all routes, is chosen not despite, but as the center of a movement of goods, ships, men and ideas, whose role is essential both in Hilarion’s path of holiness and in the construction storytelling. Thanks to it, the entire Mediterranean world enters into a relationship with the Saint and his fame.
Ilarione di Gaza. Gerolamo. Agiografia. Sicilia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/298995
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact