Nel suggestivo paesaggio dell’Altopiano della Sila nasce, all’inizio degli anni ’30 del secolo passato, per iniziativa di un geniale imprenditore calabrese, Villaggio Mancuso, insediamento edilizio realizzato interamente in legno. Crescendo intorno al Grande Albergo delle Fate, l’insediamento diventa oggetto d’incontro tecnologico-culturale fra la tradizione costruttiva locale e le tecniche di lavorazione portate da maestranze venete, chiamate a realizzare un progetto concepito secondo i canoni più autentici della tradizione costruttiva centro-nord europea. Il piccolo borgo, con il suo patrimonio edilizio bisognoso di consistenti interventi di recupero e riqualificazione, si pone all’attenzione in quanto occasione per un’analisi che, dalla conoscenza di un prezioso documento storico-tecnologico, si proietta in possibili modelli progettuali-produttivi d’intervento, che vedono il legno, risorsa di pregio del territorio calabrese, quale materiale-strumento per un’edilizia sostenibile.

Gli edifici in legno di Villaggio Mancuso, patrimonio edilizio storico della Calabria del Novecento.

Alessandro Campolongo;Valentina Guagliardi
2019-01-01

Abstract

Nel suggestivo paesaggio dell’Altopiano della Sila nasce, all’inizio degli anni ’30 del secolo passato, per iniziativa di un geniale imprenditore calabrese, Villaggio Mancuso, insediamento edilizio realizzato interamente in legno. Crescendo intorno al Grande Albergo delle Fate, l’insediamento diventa oggetto d’incontro tecnologico-culturale fra la tradizione costruttiva locale e le tecniche di lavorazione portate da maestranze venete, chiamate a realizzare un progetto concepito secondo i canoni più autentici della tradizione costruttiva centro-nord europea. Il piccolo borgo, con il suo patrimonio edilizio bisognoso di consistenti interventi di recupero e riqualificazione, si pone all’attenzione in quanto occasione per un’analisi che, dalla conoscenza di un prezioso documento storico-tecnologico, si proietta in possibili modelli progettuali-produttivi d’intervento, che vedono il legno, risorsa di pregio del territorio calabrese, quale materiale-strumento per un’edilizia sostenibile.
978-88-85745-31-5
Edilizia storica, Novecento italiano, tecniche costruttive, tecnologia del legno, patrimonio architettonico calabrese
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/300784
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact