Palestre: tradizione, maschilità e riappropriazione spaziale