Distanza dal processo e distanza dai diritti: una emergenza perenne?