Nell’ambito di un progetto di rigenerazione urbana, la conversione di edifici esistenti in residenze universitarie rappresenta un interessante processo urbano di valorizzazione del patrimonio pubblico e/o privato sia in termini di riuso che di inclusione e innovazione sociale. Nello specifico il termine “inclusione” si presta a differenti interpretazioni. In ambito “sociale” rappresenta la condizione in cui tutti gli individui vivono in uno stato di equità e pari opportunità, indipendentemente dalla presenza di elementi limitanti. All’interno della ricerca dunque, facendo riferimento a processi di periferizzazione connessi in primis a scarsa accessibilità e alla limitata presenza di servizi, l’inclusione si fa “urbana”. La ricerca descrive i primi risultati del progetto “Ri.Uni.Re in CS” che attraverso la realizzazione di residenze universitarie nel centro storico di Cosenza, intende favorire una correlazione più stretta tra il campus universitario calabrese e il suo hinterland. Dallo studio di esperienze già realizzate in ambito nazionale e internazionale, per l’area di studio sono stati individuati dei criteri-guida alla progettazione, evidenziando possibili caratteri innovativi e inclusivi sia in merito agli aspetti tipologici e funzionali, che di carattere sociale ed economico. Attraverso una serie congiunta di azioni di rigenerazione, la ricerca intende definire una possibile soluzione ai problemi del centro storico di Cosenza, delineando, al contempo, una forma innovativa di integrazione del sistema residenziale del Campus di Arcavacata.

Lo “student-housing” per favorire l’inclusione urbana e sociale del centro storico di Cosenza

Francini M.;Chieffallo L.;Palermo A.;Viapiana M. F.
2020

Abstract

Nell’ambito di un progetto di rigenerazione urbana, la conversione di edifici esistenti in residenze universitarie rappresenta un interessante processo urbano di valorizzazione del patrimonio pubblico e/o privato sia in termini di riuso che di inclusione e innovazione sociale. Nello specifico il termine “inclusione” si presta a differenti interpretazioni. In ambito “sociale” rappresenta la condizione in cui tutti gli individui vivono in uno stato di equità e pari opportunità, indipendentemente dalla presenza di elementi limitanti. All’interno della ricerca dunque, facendo riferimento a processi di periferizzazione connessi in primis a scarsa accessibilità e alla limitata presenza di servizi, l’inclusione si fa “urbana”. La ricerca descrive i primi risultati del progetto “Ri.Uni.Re in CS” che attraverso la realizzazione di residenze universitarie nel centro storico di Cosenza, intende favorire una correlazione più stretta tra il campus universitario calabrese e il suo hinterland. Dallo studio di esperienze già realizzate in ambito nazionale e internazionale, per l’area di studio sono stati individuati dei criteri-guida alla progettazione, evidenziando possibili caratteri innovativi e inclusivi sia in merito agli aspetti tipologici e funzionali, che di carattere sociale ed economico. Attraverso una serie congiunta di azioni di rigenerazione, la ricerca intende definire una possibile soluzione ai problemi del centro storico di Cosenza, delineando, al contempo, una forma innovativa di integrazione del sistema residenziale del Campus di Arcavacata.
9788899237219
inclusione, residenze universitarie, rigenerazione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/310460
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact