Plebe, Lazzaroni, "populismo" in transizione: riflessioni hegeliane