A quasi un decennio dalla morte, Giulio Andreotti continua a suscitare opinioni molto discordanti. In questo volume viene affrontato con un approccio scientifico il tema delicatissimo e sostanzialmente inedito dei suoi costanti rapporti con l'intelligence, ovvero con i Servizi Segreti: prima da Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri e poi progressivamente da Ministro della Difesa, Capo del Governo e Ministro degli Esteri. Studiare sotto questo aspetto la vicenda di Andreotti significa comprendere in profondità la vera storia della Repubblica.

Giulio Andreotti e l’intelligence. La guerra fredda in Italia e nel mondo, Rubbettino, Soveria Mannelli 2021.

Mario caligiuri
2021-01-01

Abstract

A quasi un decennio dalla morte, Giulio Andreotti continua a suscitare opinioni molto discordanti. In questo volume viene affrontato con un approccio scientifico il tema delicatissimo e sostanzialmente inedito dei suoi costanti rapporti con l'intelligence, ovvero con i Servizi Segreti: prima da Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri e poi progressivamente da Ministro della Difesa, Capo del Governo e Ministro degli Esteri. Studiare sotto questo aspetto la vicenda di Andreotti significa comprendere in profondità la vera storia della Repubblica.
8849865074
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/341817
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact