Semi, contadini e mercati: le reti per un’altra agricoltura