Umbertina di Helen Barolini, uscito nel 1979, ma tradotto in italiano solo nel 2001, è uno dei romanzi più noti e più celebrati della produzione italoamericana degli Stati Uniti. Coacervo di elementi concreti e di fattori fantastici, di dati documentari e di tropi poetici, la terra degli antenati genera una serie di simboli interpretabili anche psicoanaliticamente. In questo saggio si analizza soprattutto il rosmarino, come emblema ambivalente della persistenza e insieme della perdita della memoria.

La Calabria e il rosmarino: il mito dell'origine in Umbertina di Helen Barolini / Ganeri, Margherita. - In: RIVISTA CALABRESE DI STORIA DEL '900. - ISSN 2281-5821. - Supplemento:n. 1(2013), pp. 141-148.

La Calabria e il rosmarino: il mito dell'origine in Umbertina di Helen Barolini

GANERI, Margherita
2013

Abstract

Umbertina di Helen Barolini, uscito nel 1979, ma tradotto in italiano solo nel 2001, è uno dei romanzi più noti e più celebrati della produzione italoamericana degli Stati Uniti. Coacervo di elementi concreti e di fattori fantastici, di dati documentari e di tropi poetici, la terra degli antenati genera una serie di simboli interpretabili anche psicoanaliticamente. In questo saggio si analizza soprattutto il rosmarino, come emblema ambivalente della persistenza e insieme della perdita della memoria.
Calabria ; Emigrazione; letteratura italo-americana
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/131651
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact