In questo saggio si ripercorre l'esperienza dei profughi veneti, soprattutto donne e bambini, arrivati in Calabria dopo la disfatta di Caporetto. Attraverso fonti inedite si ricostruiscono le numerose iniziative di assistenza e di educazione organizzate soprattutto dall'Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d'Italia (ANIMI)

Infanzia e donne dopo Caporetto: la presenza dei profughi veneti in Calabria (1917-1919)

SERPE, Brunella
2015

Abstract

In questo saggio si ripercorre l'esperienza dei profughi veneti, soprattutto donne e bambini, arrivati in Calabria dopo la disfatta di Caporetto. Attraverso fonti inedite si ricostruiscono le numerose iniziative di assistenza e di educazione organizzate soprattutto dall'Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d'Italia (ANIMI)
Infanzia; Educazione ; Grande Guerra
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11770/131992
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact