La fine del sacro e l'avvento del nichilismo?