Partendo dalla ricostruzione del progetto Glasshouse di Sergeij M. Ejzenstejn, il saggio rivisita il concetto di trasparenza così come è apparso in campo artistico tra fine Ottocento e inizio Novecento, considerandolo uno dei concetti chiave della contemporaneità.

La transparencia o la utopia ambivalente. Eisenstein el cine y la Glasshouse

DOTTORINI, Daniele
2016

Abstract

Partendo dalla ricostruzione del progetto Glasshouse di Sergeij M. Ejzenstejn, il saggio rivisita il concetto di trasparenza così come è apparso in campo artistico tra fine Ottocento e inizio Novecento, considerandolo uno dei concetti chiave della contemporaneità.
ejzenstejn; teoria del cinema; trasparenza, cinema d'avanguardia, Glasshouse
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/132938
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact