Il corpo finito e la sua infinita divisibilità nella visione di P. Simpliciano da Napoli (1764)