Il movimento come “quantità” nel manoscritto Physica experimentalis sive scientia naturae (1764) di P. Simpliciano da Napoli