La riscrittura del passato. Ancora sul nesso oblio/perdono