La forma (di)spiegata