3-D tra comunismo e globalizzazione. Il cinema stereoscopico da Ejzenstejn ad "Avatar"