La prigione nella memoria e la demitizzazione dell'eroico