Nietzsche legge Spencer e Mill