Bellezza, sentimento, moralità: da Shaftesbury a Kant