La figura di Antonio Erbetta, filosofo e pedagogista ligure prematuramente scomparso, merita di essere posta al vaglio critico di una futura ricerca che possa mettere in evidenza l’opera complessiva dello studioso in rapporto al suo tempo e alla cultura in cui si è formato e ha vissuto. Probabilmente, è presto per un bilancio critico della sua poliedrica attività culturale.

L’eredità inquieta in una interpretazione di Giovanni Gentile

SPADAFORA, Giuseppe
2014-01-01

Abstract

La figura di Antonio Erbetta, filosofo e pedagogista ligure prematuramente scomparso, merita di essere posta al vaglio critico di una futura ricerca che possa mettere in evidenza l’opera complessiva dello studioso in rapporto al suo tempo e alla cultura in cui si è formato e ha vissuto. Probabilmente, è presto per un bilancio critico della sua poliedrica attività culturale.
ERBETTA; GENTILE; EREDITA'
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/151755
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact