Non necessariamente il coltivatore diretto è soggetto ad Irap