L'A. esplicita qual è il significato che i programmi di prevenzione assumono nei sistemi di protezione sociale e argomenta come il miglioramento della qualità dell'istruzione può contribuire in maniera determinante alla prevenzione dei fenomeni di devianza minorile. Mette quindi in luce le caratteristiche peculiari del sistema italiano dell'istruzione. Richiamando alcune ricerche internazionali sui livelli di alfabetizzazione degli studenti quindicenni, l'A. constata che la scuola italiana è sempre più in difficoltà nel formare competenze adeguate. In Calabria si ripropongono in forma ancora più radicale le questioni relative alle disparità nelle chance di istruzione. La scuola calabrese funziona a due velocità. C'è una percentuale di studenti che procede verso i livelli di istruzione più alti, muovendosi con una velocità addirittura superiore rispetto a quella mediamente espressa dai giovani del resto del Paese. Su una diversa corsia, c'è un'altra percentuale consistente di giovani che rimangono fermi ai blocchi di partenza, rinunciando a correre

Politiche scolastiche e prevenzione della criminalità minorile / Marcello, Giorgio. - In: VIVARIUM. - ISSN 1825-9952. - 2(2012), pp. 205-219.

Politiche scolastiche e prevenzione della criminalità minorile

MARCELLO, GIORGIO
2012

Abstract

L'A. esplicita qual è il significato che i programmi di prevenzione assumono nei sistemi di protezione sociale e argomenta come il miglioramento della qualità dell'istruzione può contribuire in maniera determinante alla prevenzione dei fenomeni di devianza minorile. Mette quindi in luce le caratteristiche peculiari del sistema italiano dell'istruzione. Richiamando alcune ricerche internazionali sui livelli di alfabetizzazione degli studenti quindicenni, l'A. constata che la scuola italiana è sempre più in difficoltà nel formare competenze adeguate. In Calabria si ripropongono in forma ancora più radicale le questioni relative alle disparità nelle chance di istruzione. La scuola calabrese funziona a due velocità. C'è una percentuale di studenti che procede verso i livelli di istruzione più alti, muovendosi con una velocità addirittura superiore rispetto a quella mediamente espressa dai giovani del resto del Paese. Su una diversa corsia, c'è un'altra percentuale consistente di giovani che rimangono fermi ai blocchi di partenza, rinunciando a correre
Politiche scolastiche; Prevenzione; Devianza minorile
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11770/157585
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact