This my essay aims to demonstrate how the institutions and political thought in the Middle Ages were characterized by a strong communitarianism that thrived within the legal pluralism and political decentralization. The medieval community was a real unity, a living body identified socially and autonomous politically, based on the “organic” relationship between the individual and the group (family, corporation, village, etc..). By John of Salisbury to Thomas Aquinas, by Bartolo da Sassoferrato to Baldo degli Ubaldi, communitas is claimed as a product of man's natural inclination to share with his social and political community the satisfaction of their material and spiritual needs.

Questo mio saggio mira a dimostrare come le istituzioni e il pensiero politico nel Medioevo fossero caratterizzati da un forte comunitarismo prosperante nel pluralismo giuridico e nel decentramento politico. La comunità medievale era una vera unità, un corpo vivente identificato socialmente e politicamente, basato sulla relazione "organica" tra individuo e gruppo (famiglia, società, villaggio, ecc.). In un nutrito gruppo di pensatori, da Giovanni di Salisbury a Tommaso d'Aquino, da Bartolo da Sassoferrato a Baldo degli Ubaldi, la comunità viene rivendicata come prodotto della naturale inclinazione dell'uomo a condividere con la sua comunità sociale e politica la soddisfazione di bisogni materiali e spirituali.

El comunitarismo en la historia de las instituciones y las doctrinas politicas medievales / Pupo, Spartaco. - In: INFORMACIÓN FILOSÓFICA. - ISSN 1721-7709. - 11:22(2014), pp. 1-15.

El comunitarismo en la historia de las instituciones y las doctrinas politicas medievales

PUPO, Spartaco
2014

Abstract

Questo mio saggio mira a dimostrare come le istituzioni e il pensiero politico nel Medioevo fossero caratterizzati da un forte comunitarismo prosperante nel pluralismo giuridico e nel decentramento politico. La comunità medievale era una vera unità, un corpo vivente identificato socialmente e politicamente, basato sulla relazione "organica" tra individuo e gruppo (famiglia, società, villaggio, ecc.). In un nutrito gruppo di pensatori, da Giovanni di Salisbury a Tommaso d'Aquino, da Bartolo da Sassoferrato a Baldo degli Ubaldi, la comunità viene rivendicata come prodotto della naturale inclinazione dell'uomo a condividere con la sua comunità sociale e politica la soddisfazione di bisogni materiali e spirituali.
This my essay aims to demonstrate how the institutions and political thought in the Middle Ages were characterized by a strong communitarianism that thrived within the legal pluralism and political decentralization. The medieval community was a real unity, a living body identified socially and autonomous politically, based on the “organic” relationship between the individual and the group (family, corporation, village, etc..). By John of Salisbury to Thomas Aquinas, by Bartolo da Sassoferrato to Baldo degli Ubaldi, communitas is claimed as a product of man's natural inclination to share with his social and political community the satisfaction of their material and spiritual needs.
città-stato - particolarismo giuridico-politico - decentralizzazione - comunità - pensiero politico medievale
ciudad-estado - particolarismo jurìdico-polìtico - decentralizacìon - comunidad - pensamiento polìtico medieval
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11770/159286
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact