La ‘concussione obbligata’: un’ipotesi di reato davvero 'impossibile'