L'ambivalenza affettiva come interpretante dello stile