The study of the metal-imitating pottery found in the tombs of several necropolises of the Lucanian and Brettian populations, that lived in the territory of the current Calabria during the fourth and third centuries B.C., aimed both to recognize in the far south of the Italian peninsula this particular ceramic class - sometimes mistaken for achromatic or black painting ceramic or with whitish upholstery of kaolin - and to allocate the identified pottery to the different production centers. The large experimental study, focused on the identification of the structural and physical-chemical features of the materials, made a substantial contribution to the recognition of the technical characteristics of the metal covering and the different production techniques, identifying some significant differences between the silvery vessels found in the Brettia and in the southern Lucania, and between these and the metal-imitating pottery found in other regions of Italy and of the central Mediterranean area.

Lo studio della ceramica di imitazione metallica rinvenuta nelle tombe di numerose necropoli delle popolazioni lucane e brettie, che vivevano nel territorio dell'odierna Calabria durante il IV e il III sec. a.C., ha avuto lo scopo sia di riconoscere nell’estremo sud della penisola italiana questa particolare classe ceramica - a volte scambiata per ceramica acroma o a vernice nera o con rivestimento biancastro di caolino - sia di assegnare la ceramica identificata ai diversi probabili centri di produzione. L'ampio studio sperimentale, mirato all'individuazione delle caratteristiche strutturali e chimico-fisiche dei materiali utilizzati, ha dato un contributo sostanziale al riconoscimento delle caratteristiche strutturali del rivestimento metallico e delle diverse tecniche di produzione, individuando alcune differenze significative tra i vasi argentati rinvenuti nella Brettia e quelli della Lucania meridionale, e tra questi e le ceramiche di imitazione metallica rinvenute in altre regioni dell’Italia e in altre aree del Mediterraneo centrale.

La ceramica argentata in Calabria

Taliano Grasso Armando
2019

Abstract

Lo studio della ceramica di imitazione metallica rinvenuta nelle tombe di numerose necropoli delle popolazioni lucane e brettie, che vivevano nel territorio dell'odierna Calabria durante il IV e il III sec. a.C., ha avuto lo scopo sia di riconoscere nell’estremo sud della penisola italiana questa particolare classe ceramica - a volte scambiata per ceramica acroma o a vernice nera o con rivestimento biancastro di caolino - sia di assegnare la ceramica identificata ai diversi probabili centri di produzione. L'ampio studio sperimentale, mirato all'individuazione delle caratteristiche strutturali e chimico-fisiche dei materiali utilizzati, ha dato un contributo sostanziale al riconoscimento delle caratteristiche strutturali del rivestimento metallico e delle diverse tecniche di produzione, individuando alcune differenze significative tra i vasi argentati rinvenuti nella Brettia e quelli della Lucania meridionale, e tra questi e le ceramiche di imitazione metallica rinvenute in altre regioni dell’Italia e in altre aree del Mediterraneo centrale.
The study of the metal-imitating pottery found in the tombs of several necropolises of the Lucanian and Brettian populations, that lived in the territory of the current Calabria during the fourth and third centuries B.C., aimed both to recognize in the far south of the Italian peninsula this particular ceramic class - sometimes mistaken for achromatic or black painting ceramic or with whitish upholstery of kaolin - and to allocate the identified pottery to the different production centers. The large experimental study, focused on the identification of the structural and physical-chemical features of the materials, made a substantial contribution to the recognition of the technical characteristics of the metal covering and the different production techniques, identifying some significant differences between the silvery vessels found in the Brettia and in the southern Lucania, and between these and the metal-imitating pottery found in other regions of Italy and of the central Mediterranean area.
Ceramica di imitazione metallica, Ceramica argentata, Magna Grecia, Brettii
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/288473
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact