Pavese alla fonte «Ippocrene»: ricognizione della classicità nel poeta-scrittore