Pasolini, Scotellaro e la poesia dei contadini lucani