La dialettica della forma come emersione del politico