The essay intends to investigate the link between Jung’s psychoanalytic studies and pedagogy, referring in particular to the archetype, implementing an approach that responds to the concrete need to educate in a valid and complete way; without a psychological and psychoanalytic dimension, in fact, education would risk being imprisoned in instruction. On the other hand, pedagogical and psychoanalytic experiences can ensure that the suffering deriving from the subjective inability to process emotional and unconscious experiences can be dissolved in socialization, in the ability to find existential meanings in social relationships.

Il saggio intende indagare il nesso che intercorre tra gli studi psicoanalitici di Jung e la pedagogia, facendo riferimento in particolare all’archetipo, mettendo in atto un approccio che risponde alla concreta necessità di educare in modo valido e completo; senza una dimensione psicologica e psicoanalitica, infatti, l’educazione rischierebbe di restare imprigionata nell’istruzione. Invece, l’esperienza pedagogica e quella psicoanalitica possono fare in modo che le sofferenze derivanti dall’incapacità soggettiva di elaborare i vissuti emotivi ed inconsci si possano sciogliere nella socializzazione, nella capacità di trovare significati esistenziali nelle relazioni sociali.

Jung e il problema educativo

Costanzo Simonetta
2017

Abstract

Il saggio intende indagare il nesso che intercorre tra gli studi psicoanalitici di Jung e la pedagogia, facendo riferimento in particolare all’archetipo, mettendo in atto un approccio che risponde alla concreta necessità di educare in modo valido e completo; senza una dimensione psicologica e psicoanalitica, infatti, l’educazione rischierebbe di restare imprigionata nell’istruzione. Invece, l’esperienza pedagogica e quella psicoanalitica possono fare in modo che le sofferenze derivanti dall’incapacità soggettiva di elaborare i vissuti emotivi ed inconsci si possano sciogliere nella socializzazione, nella capacità di trovare significati esistenziali nelle relazioni sociali.
The essay intends to investigate the link between Jung’s psychoanalytic studies and pedagogy, referring in particular to the archetype, implementing an approach that responds to the concrete need to educate in a valid and complete way; without a psychological and psychoanalytic dimension, in fact, education would risk being imprisoned in instruction. On the other hand, pedagogical and psychoanalytic experiences can ensure that the suffering deriving from the subjective inability to process emotional and unconscious experiences can be dissolved in socialization, in the ability to find existential meanings in social relationships.
Pedagogy, Psychoanalysis, Education
Jung, pedagogia, psicoanalisi, educazione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/309740
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact