Sinestesia e metonimia: concorrenza e complementarità nell’interpretazione dell’immagine letteraria