Nel seguente articolo si prende in esame Cloverfield (2008), diretto da Matt Reeves e prodotto da J. J. Abrams, sicuramente tra i più significativi e paradigmatici casi di studio relativi al cinema post 9/11. Partendo dal testo filmico, il mio obiettivo consiste nel riflettere sull’elaborazione memoriale degli eventi nella nostra cultura massmediale ( trauma culture ), riferendomi alla concettualizzazione del virtual trauma.

Ri-configurare l’immagine della paura. Cloverfield e il virtual trauma

samuel antichi
2018

Abstract

Nel seguente articolo si prende in esame Cloverfield (2008), diretto da Matt Reeves e prodotto da J. J. Abrams, sicuramente tra i più significativi e paradigmatici casi di studio relativi al cinema post 9/11. Partendo dal testo filmico, il mio obiettivo consiste nel riflettere sull’elaborazione memoriale degli eventi nella nostra cultura massmediale ( trauma culture ), riferendomi alla concettualizzazione del virtual trauma.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/337960
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact