Un paladino del linguaggio comune in difesa delle credenze del "vulgar man"