AIM: To determine the characteristics of workplace violence towards emergency nurses in Campania, South Italy. INTRODUCTION: In Italy, workplace violence is a severe and widespread problem. A national survey describes that, working in South Italy significantly increases the probability of being exposed. However, available data in Campania workplace violence towards nurse emergency department (ED) is lacking. METHOD: We used a cross-sectional design, in two emergency department. Between April and May 2019, we distributed a questionnaire (QIN16VIPs). Three types of violence have been investigated: verbal/physical violence, verbal violence and physical violence. The data were analyzed using procedures of descriptive statistics. RESULTS: A total of 83 questionnaires (response rate 92.3%), 48.2% of emergency nurses experienced verbal violence, 21.7% both verbal and physical violence and only 28.9% denied having experienced either. Nurses feeling at risk in emergency setting were more exposed to workplace violence (p=0.001). Anxiety (p=0.023) and anger (p=0.001) were perceived feeling with significant repercussions on the degree of evidence working in ED (p=0.043) and on trust in management (p=0.001). CONCLUSIONS: Workplace violence turns out to be a serious and widespread problem that generates negative feelings in the attacked subject that affect the personal and work dimension. The promotion of simple and anonymous reporting systems would help nurses to be more aware of the importance of reporting the event, which is still in deficit today, thus preventing a true and proper estimate of the phenomenon. Future research should be focused for preventive measures could be drawn up to reduce the problem.

SCOPO: Definire le dimensioni e le caratteristiche della violenza nei confronti degli infermieri del Dipartimento Emergenza Accettazione del contesto campano. INTRODUZIONE: In Italia, la violenza sul luogo di lavoro è considerato un fenomeno in forte aumento. Studi recenti hanno evidenziato che l’area geografica meridionale sembra risultare a maggior rischio di violenza sul posto di lavoro, tuttavia i dati sull’incidenza del fenomeno in Campania sono ancora scarsi. METODO: È stato condotto uno studio trasversale in due ospedali metropolitani campani. Tra Aprile e Maggio 2019 Ë stato somministrato a 90 infermieri il questionario QuIN16VIPs, speci- ficamente sviluppato per analizzare il fenomeno della violenza verso gli infermieri di Pronto Soccorso. » stata utilizzata una statistica descrittiva e correlazionale. RISULTATI: In base agli 83 questionari ritirati (tasso di risposta del 92,3%) il 48,2% dei rispondenti riferisce di aver subito nell’ultimo anno di servizio episodi di violenza verbale, il 21,7% di aver subito entrambe le modalità di aggressione (sia verbale e che fisica), l’1,2% violenza fisica, mentre il 28,9% dichiara di non aver subito violenza. Gli infermieri che hanno subito un’aggressione risul- tano avere una percezione più alta del pericolo (0.001), innescando sentimenti di ansia (p=0.023) e rabbia (p=0.001) con ripercussioni significative sul grado di motivazione a lavorare in Pronto Soccorso (p=0.043) e sulla fiducia nella dirigenza (p=0.001). CONCLUSIONI: La violenza sul luogo risulta essere un problema serio e molto diffuso che genera nel soggetto aggredito sentimenti negativi che si ripercuotono sulla sfera personale e lavorativa. Ricerche future dovrebbero orientarsi su strategie di prevenzione del fenomeno.

Emergency nurses and workplace violence: a cross-sectional study in Campania, South Italy

Ramacciati N.
2020-01-01

Abstract

SCOPO: Definire le dimensioni e le caratteristiche della violenza nei confronti degli infermieri del Dipartimento Emergenza Accettazione del contesto campano. INTRODUZIONE: In Italia, la violenza sul luogo di lavoro è considerato un fenomeno in forte aumento. Studi recenti hanno evidenziato che l’area geografica meridionale sembra risultare a maggior rischio di violenza sul posto di lavoro, tuttavia i dati sull’incidenza del fenomeno in Campania sono ancora scarsi. METODO: È stato condotto uno studio trasversale in due ospedali metropolitani campani. Tra Aprile e Maggio 2019 Ë stato somministrato a 90 infermieri il questionario QuIN16VIPs, speci- ficamente sviluppato per analizzare il fenomeno della violenza verso gli infermieri di Pronto Soccorso. » stata utilizzata una statistica descrittiva e correlazionale. RISULTATI: In base agli 83 questionari ritirati (tasso di risposta del 92,3%) il 48,2% dei rispondenti riferisce di aver subito nell’ultimo anno di servizio episodi di violenza verbale, il 21,7% di aver subito entrambe le modalità di aggressione (sia verbale e che fisica), l’1,2% violenza fisica, mentre il 28,9% dichiara di non aver subito violenza. Gli infermieri che hanno subito un’aggressione risul- tano avere una percezione più alta del pericolo (0.001), innescando sentimenti di ansia (p=0.023) e rabbia (p=0.001) con ripercussioni significative sul grado di motivazione a lavorare in Pronto Soccorso (p=0.043) e sulla fiducia nella dirigenza (p=0.001). CONCLUSIONI: La violenza sul luogo risulta essere un problema serio e molto diffuso che genera nel soggetto aggredito sentimenti negativi che si ripercuotono sulla sfera personale e lavorativa. Ricerche future dovrebbero orientarsi su strategie di prevenzione del fenomeno.
AIM: To determine the characteristics of workplace violence towards emergency nurses in Campania, South Italy. INTRODUCTION: In Italy, workplace violence is a severe and widespread problem. A national survey describes that, working in South Italy significantly increases the probability of being exposed. However, available data in Campania workplace violence towards nurse emergency department (ED) is lacking. METHOD: We used a cross-sectional design, in two emergency department. Between April and May 2019, we distributed a questionnaire (QIN16VIPs). Three types of violence have been investigated: verbal/physical violence, verbal violence and physical violence. The data were analyzed using procedures of descriptive statistics. RESULTS: A total of 83 questionnaires (response rate 92.3%), 48.2% of emergency nurses experienced verbal violence, 21.7% both verbal and physical violence and only 28.9% denied having experienced either. Nurses feeling at risk in emergency setting were more exposed to workplace violence (p=0.001). Anxiety (p=0.023) and anger (p=0.001) were perceived feeling with significant repercussions on the degree of evidence working in ED (p=0.043) and on trust in management (p=0.001). CONCLUSIONS: Workplace violence turns out to be a serious and widespread problem that generates negative feelings in the attacked subject that affect the personal and work dimension. The promotion of simple and anonymous reporting systems would help nurses to be more aware of the importance of reporting the event, which is still in deficit today, thus preventing a true and proper estimate of the phenomenon. Future research should be focused for preventive measures could be drawn up to reduce the problem.
Violenza sul luogo di lavoro, Aggressioni, Infermieri Pronto Soccorso, studio trasversale, Italia
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11770/343110
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact